5 materie che dovrebbero essere insegnate a scuola

scuola-alimentazione-sana
scuola-alimentazione-sana

Il mondo è come una specie animale in continua evoluzione, che cerca di adattarsi alle condizioni ambientali e sociali per sopravvivere a lungo. Alla luce di questo, parrebbe quanto mai opportuno che anche la società e la scuola iniziassero a camminare al passo con i tempi.

I bambini, soprattutto, hanno urgente bisogno di imparare ad affrontare la loro vita con tutto ciò che la società mette a disposizione, a patto che i mezzi utilizzati abbiamo connotati positivi.

Quanto detto spiega il perché, fin dalla tenera età, ai bambini viene insegnato l’informatica e l’utilizzo costruttivo dei relativi dispositivi, nonché la lingua inglese. L’intento è di metterli in condizione di affrontare il mondo con un bagaglio di conoscenze efficiente e cospicuo maggiore rispetto a quello che possedevano le generazioni passate.

Basta? Sicuramente no. Il mondo è un contenitore talmente vasto in cui è difficile guardare all’interno. Ci sono tante sfaccettature e diverse situazioni non localizzabili che rendono l’approccio sistematico quasi ininfluente.

Per questo motivo, alla luce delle continue evoluzioni, urge concentrare molti sforzi sull’insegnamento di nuove materie, alcune delle quali incentrati su argomenti importanti quali l’ambiente e l’ecologia. Il rispetto dell’ecosistema e dell’ambiente è fondamentale per perpetuare la specie umana e non.

Di seguito ci sono cinque materie che dovrebbero essere insegnate nelle scuole italiane, a patto che l’insegnamento sia improntato sulla reale intenzione di infondere conoscenza approfondita e crescita interiore.

L’alimentazione sana

Il filosofo tedesco Feuerbache, a metà ottocento, disse che “noi siamo quello che mangiamo”. In pratica, stava affermando un concetto basilare e oggi attualissimo: la salute si costruisce a tavola in base a ciò che mangiamo.

I bambini, in special modo, sono costantemente bombardati da pubblicità che propongono loro esclusivamente cibo spazzatura, che è pieno di conservanti e zuccheri.

Come educarli a mangiare sano? Attraverso dei corsi di alimentazione che non solo insegnino loro questo concetto, ma da cui imparare anche il rispetto della natura.

Questo percorso li porterebbe a mangiare alimenti freschi e naturali piuttosto che cibi precotti e industriali come le merendine. Il cambiamento, semmai, dovrebbe iniziare dalle mense scolastiche, che spesso e volentieri propongono pietanze non propriamente naturali e genuine.

Ecologia e ambiente

Da dove dovrebbe iniziare una nuova materia che prevede l’insegnamento dell’ecologia e dell’ambiente? Dal rispetto per la natura e l’ecosistema. Ai bambini potrebbe essere insegnato quanto sia importante la raccolta differenziata per l’ambiente in modo da mitigare gli effetti ormai evidenti dei cambiamenti climatici.

Siccome i bambini attuali rappresentano la generazione futura, devono avere basi teoriche solide per cercare di riparare ai danni causati al pianeta dall’attuale generazione adulta.

L’economia domestica

Sin dalla tenera età è importante che i bambini capiscano quanto sia importante il denaro. L’economia domestica potrebbe insegnare loro a gestire meglio le spese, a individuare quelle urgenti e superflue, a gestire nel modo corretto il denaro e, soprattutto, insegnarli l’importanza del risparmio, anche quello energetico.

Meditazione e Yoga

Perché una materia che insegni la meditazione e lo yoga? I bambini sono spesso sottoposti a stress, che non è sempre connesso all’attività scolastica.

Per questo motivo la meditazione, e lo yoga in particolare, permetterebbero loro di essere molto più rilassati, oltre che avere maggiore fiducia nei loro mezzi.

Con la meditazione potrebbero essere incentivati ad avere maggiore consapevolezza di sé stessi e infondergli la capacità di visualizzare il percorso di vita che desiderano.

Inoltre lo yoga avrebbe la capacità di incentivare loro lo spirito di gruppo, determinando la fine del bullismo e preparandoli a condividere idee, responsabilità e compiti.

Tempo libero e socializzazione

In un mondo tecnologico come quello attuale, i ragazzi tendono a isolarsi sempre più nel mondo virtuale fatto di social, videogame e programmi in streaming. La scuola potrebbe essere utilizzata come mezzo per farli socializzare con attività varie che insegnino loro quanto sia importante il contatto umano diretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *